Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Foggia piange Angelo Celuzza: fu il “padre” della nuova Biblioteca Provinciale

Si è spento a Grosseto. Fu l'artefice della realizzazione della nuova sede de "La Magna Capitana" in Viale Michelangelo. Uomo di lettere, ha segnato un passaggio importante per la crescita della città

La Capitanata piange Angelo Celuzza, il “padre” della nuova Biblioteca Provinciale di Foggia. Celuzza si è spento lo scorso 12 febbraio, a Grosseto, all'età di 94 anni. Fu direttore della Biblioteca Provinciale dal 1961 al 1985 e artefice della realizzazione della nuova sede de “La Magna Capitana” in Viale Michelangelo. Nato a Lacedonia e cresciuto come uomini di lettere, fu vicepresidente dell’AIB, Associazione italiana biblioteche dal 1975 al 1978. La sua attività a Foggia ha segnato un passaggio importante per la crescita culturale della città.

Così il prof. Saverio Russo: "La Fondazione Banca del Monte ricorda con gratitudine Angelo Celuzza, scomparso alcuni giorni fa a Grosseto. E’ grata ad un  grande ed operoso bibliotecario che ha realizzato la Nuova Biblioteca Provinciale, centro di una rete di presidi locali, agente attivo di ricerca e di promozione culturale sul territorio di Capitanata, modello alto dell’intero Mezzogiorno. Auspica che il suo lavoro e quello dei suoi successori non sia compromesso dalle inerzie della politica e delle burocrazie locali e nazionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia piange Angelo Celuzza: fu il “padre” della nuova Biblioteca Provinciale

FoggiaToday è in caricamento