Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca San Giovanni Rotondo

Rabbia e dolore per Alessandro, vittima del lavoro a 47 anni. "E' morto davanti ai suoi colleghi, nessuno ha potuto salvarlo"

Lo sfogo è di Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo: "Dinamiche e cause sono in corso di accertamento ma resta il fatto, straziante, che nel 2021 ancora si muore sul posto di lavoro. Alessandro se n’è andato, e come lui tanti, troppi uomini e donne, ogni giorno, in tutta Italia"

"Alessandro aveva 47 anni ed è morto in una giornata apparentemente normale, come tutte le altre. Alessandro è morto schiacciato da una lastra di calcestruzzo, davanti agli occhi dei suoi colleghi, e non c’è stato modo di salvarlo".

Lo sfogo è di Michele Crisetti, sindaco di San Giovanni Rotondo, dove è avvenuta la tragedia. "Dinamiche e cause sono in corso di accertamento ma resta il fatto, straziante, che nel 2021 ancora si muore sul posto di lavoro. Continuiamo a leggerne, continuiamo a scriverne, continuiamo a ribadirlo di volta in volta, ma poi? Alessandro se n’è andato, e come lui tanti, troppi uomini e donne, ogni giorno, in tutta Italia".

Morti sul lavoro, la Puglia nella 'zona rossa' del rischio. I numeri dell'emergenza: 41 decessi in sei mesi 

"C’è qualcosa che non va, un meccanismo che continua ad incepparsi e che genera la stessa tragica storia raccontata dai tg e dai media", aggiunge Crisetti. "Dolore che poggia su altro dolore da decenni: una montagna troppo alta da scalare e che lascia attoniti e tristi, ai piedi di un’ombra che ci sovrasta e pare mangiare ogni briciolo di speranza in un domani migliore e meno ingiusto. Alla famiglia di Alessandro un abbraccio forte da tutta la nostra comunità".

Sulla vicenda sono in corso le indagini dei carabinieri e gli accertamenti dello Spesal dell'Asl Fg. La salma del 47enne Alessandro Rosciano è, come da prassi, sotto sequestro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rabbia e dolore per Alessandro, vittima del lavoro a 47 anni. "E' morto davanti ai suoi colleghi, nessuno ha potuto salvarlo"

FoggiaToday è in caricamento