Inquietante risveglio per Monte Sant'Angelo: ieri il corteo antimafia, oggi le porte del Comune incendiate

Neanche il tempo di scendere in piazza per dire 'no' alla criminalità che un altro atto intimidatorio si è consumato nella cittadina garganica. Nel pomeriggio Comitato per la sicurezza pubblica

Neanche il tempo di scendere in piazza per dire che "il silenzio è mafia" che a Monte Sant'Angelo si è consumato un altro atto intimidatorio: tre porte della casa comunale nella notte sono state date alle fiamme. Sul posto Vigili del Fuoco e Carabiniieri. Nel pomeriggio il Prefetto di Foggia ha convocato il Comitato per l'Ordine pubblico e la sicurezza. 

Le immagini video dell'incendio

Ieri sera in 1600 hanno partecipato alla marcia della legalità organizzata all'indomani delle intimidazioni subite dal sindaco, Pierpaolo d'Arienzo, e dal suo assessore Rignanese

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Caos playout, il Comune sostiene il Foggia calcio e chiama in causa i legali

  • Cronaca

    Portano via un cane con la forza, volontaria aggredita e minacciata: "Sgozzo te e la Melfitani, poi incendio il locale"

  • Cronaca

    Vandali imbrattano le fioriere del centro di Foggia. L'ira di Landella: "Balordi che si credono artisti"

  • Cronaca

    Prima notte di nozze turbolenta tra Macari e Kragl, litigano e arriva la polizia. Poi il bacio: "Non abbiamo sfondato la stanza"

I più letti della settimana

  • Arrestati i 'fannulloni' dell'ospedale di San Severo: c'è anche un primario, andavano al bar o al mare invece di lavorare

  • Furbetti e assenteisti, arrestati noto primario e dipendenti. La Asl di Foggia: "Sarà dato corso ai licenziamenti"

  • Violenza inaudita a Stornara: aggredisce ragazza a morsi, le stacca parte del labbro e le procura gravi lesioni al volto

  • Assenteismo, blitz nelle strutture dell'Asl: otto arresti della guardia di finanza, sospeso un dirigente

  • Vasta operazione anticrimine dei carabinieri su San Severo: alba di perquisizioni e sequestri

  • Scandalo in ospedale, assenze non giustificate e "forzature" del sistema informatico: ecco i motivi dell'arresto di Pennacchia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento