'Amministratori sotto tiro': la vicenda del sindaco D'Arienzo a Roma, nel dossier di 'Avviso Pubblico'

Tiziana Di Masi, attrice sociale, interpreterà la storia del sindaco di Monte Sant’Angelo, che recentemente ha ricevuto gravissime minacce di morte. La storia è tratta dal progetto FronteComune, ideato per supportare gli amministratori minacciati attraverso una rete di cultura della legalità 

Pierpaolo D'Arienzo

'Avviso Pubblico' (Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie) che monitora e registra dal 2011 le minacce e le intimidazioni agli amministratori locali, ai funzionari pubblici e al personale della Pubblica amministrazione, presenterà domani - venerdì 5 aprile - a Roma, alle ore 11.30, presso il Centro Congressi Cavour (via Cavour 50/a) l’edizione 2018 del Rapporto 'Amministratori sotto tiro', nell’ambito della propria Assemblea nazionale.

La presentazione inizierà con Tiziana Di Masi, attrice sociale, che interpreterà la storia di Pierpaolo d’Arienzo, sindaco di Monte Sant’Angelo, che recentemente ha ricevuto gravissime minacce di morte. La storia è tratta dal progetto FronteComune, ideato per supportare gli amministratori minacciati attraverso una rete di cultura della legalità. Successivamente Roberto Montà, Presidente di Avviso Pubblico e Sindaco di Grugliasco (To) e Claudio Forleo, giornalista e curatore del Rapporto, presenteranno i dati del Rapporto Amministratori sotto tiro anno 2018. A seguire interverranno: Luigi Gaetti, sottosegretario al Ministero dell’Interno; Gen. Giuseppe Governale, Direttore della Direzione Investigativa. Modera l’incontro Giorgio Mottola, cronista di Report.

“Ogni giorno in Italia sindaci, assessori, consiglieri comunali, dirigenti e dipendenti pubblici ricevono intimidazioni e minacce. Incendi, aggressioni fisiche, insulti sui social, spari verso case e auto, lettere e messaggi intimidatori, esplosivi. Intimidazioni criminali o di stampo mafioso, a volte perpetrate anche da comuni cittadini. Con questo hanno a che fare quotidianamente centinaia di donne e uomini che ricoprono un ruolo politico-amministrativo”, spiegano da Avviso Pubblico, l’Associazione che raggruppa Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie a cui il Comune di Monte Sant’Angelo ha aderito nel luglio del 2017 e fu tra i primissimi atti del nuovo Consiglio comunale e dell’Amministrazione d’Arienzo.

L’Associazione, inoltre, aggiunge che “nel 2017 furono 537 gli atti di intimidazione e minaccia censiti da Avviso Pubblico nel corso dell’anno, facendo registrare un nuovo record negativo. Una tendenza confermata anche nel 2018 da un’ulteriore recrudescenza del fenomeno. Dal 2011, anno del primo censimento effettuato da Avviso Pubblico, i casi registrati sono aumentati di oltre il 160%. All’interno del Rapporto, oltre ai dati e alle analisi degli scenari nazionali e locali curati da Avviso Pubblico, sono disponibili il contributo del Presidente di Legambiente, Stefano Ciafani, l’intervista a Gherardo Colombo e gli approfondimenti realizzati da Alberto Vannucci e Valeria Manca. Dietro ai numeri, ci sono le storie degli amministratori sotto tiro, raccontate attraverso le loro testimonianze dirette: quella dell’assessore al Comune di Pavia, Giacomo Galazzo, dei Sindaci di Casal di Principe (Ce) ed Esporlatu (Ss), Renato Natale e Giuseppe Francesco Ferriolu, dell’assessore al Comune di Acquaviva delle Fonti (Ba), Austacio Busto”. Dopo la presentazione del Rapporto, a partire dalle ore 13,30 si svolgerà l’Assemblea nazionale di Avviso Pubblico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento