Cronaca

Plastiche nei sedimenti del porto commerciale di Manfredonia: scatta il monitoraggio, operazione in sicurezza

Le rilevazioni verranno effettuate domani. Per garantire le operazioni in sicurezza, è stata predisposta una apposita ordinanza dalla Capitaneria di Porto

Immagine di repertorio

Immersioni al porto commerciale di Manfredonia per "campionare e monitorare la presenza di plastiche nei sedimenti".  Al via le attività nelle acque del Golfo sipontino; il progetto rientra nel il progetto Almonit.

Per garantire le operazioni in sicurezza, è stata predisposta una apposita ordinanza dalla Capitaneria di Porto. In particolare, il dipartimento di Ingegneria civile, ambientale, del territorio, edile e di chimica (DicateCh) del politecnico di Bari effettuerà attività di campionamento e rilievo delle plastiche nei sedimenti in alcune località costiere pugliesi; l’appuntamento a Manfredonia è in programma nella giornata di domani, 21 luglio, a partire dalle ore 9.30, nel porto commerciale di Manfredonia e nelle acque antistanti il sodalizio nautico ‘Centro Velico Garganico’.

Per questo motivo, dalle 9 alle 11, all’interno del porto commerciale di Manfredonia, nello specchio acqueo antistante il sodalizio nautico 'Centro Velico Gargano', "è vietata la navigazione per tutte le unità da pesca, da diporto e le navi in genere, l’attività subacquea e qualsiasi attività connessa ai pubblici usi del mare". Durante l’esecuzione dei campionamenti, "è fatto obbligo alle unità navali in genere, di mantenersi comunque ad una distanza di almeno 20 metri dalla zona di mare interessata dalla presenza dei subacquei, nonché di prestare la massima attenzione alle eventuali segnalazioni provenienti dalle persone impiegate nelle attività".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Plastiche nei sedimenti del porto commerciale di Manfredonia: scatta il monitoraggio, operazione in sicurezza

FoggiaToday è in caricamento