Trovato mitragliatore in una officina: era nascosto tra le balle di fieno

Il sequestro, al termine dei controlli degli agenti del Commissariato di San Severo, in un capannone in contrada Quadrone, lungo la Statale 16. Insieme all'arma anche 18 cartucce cal. 12

L'arma sequestrata

San Severo passata al setaccio dalla polizia. Nell’Alto Tavoliere continuano i controlli, serrati, della squadra investigativa del commissariato di San Severo che hanno permesso di trovare e sequestrare, in un capannone in Contrada Quadrone, lungo la Statale 16, un mitragliatore AK 47 con manico in legno e 18 cartucce cal. 12, di cui 6 a palla singola.

L’arma era occultata fra balle di fieno nell’officina di Luigi Donato Colio, 40enne del posto che da qualche giorno è agli arresti domiciliari, assieme ad altre persone, a seguito di ordinanza di custodia cautelare per furto di autovetture, ricettazione e riciclaggio. Inoltre, nel piazzale di una cantina di San Severo sottoposta a liquidazione coatta amministrativa, sono stati rinvenuti un Furgone Iveco Autocarro con targhe contraffatte, appartenente ad una Ford Escort intestata sempre a Colio ed un furgone Fiat Iveco, anche esso con targhe contraffatte entrambi compendio di furto.

E’ stato inoltre recuperato un Fiorino Fiat sul quale erano stati nascosti tre motopropulsori. Sull’accaduto, sono in corso gli accertamenti tecnici di rito sull’arma e sui motopropulsori, al fine di risalire alla provenienza e l’utilizzo degli stessi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento