Cronaca

Teatro Giordano: tiene banco il mistero delle porte tagliafuoco

Si allungano i tempi per la riapertura del teatro più antico della Puglia. E' di nuovo scontro tra l'amministrazione comunale e la ditta appaltatrice. Il 2 giugno forse l'inaugurazione ufficiale

Sembrano non finire mai i guai per le sorti del Teatro Umberto Giordano di Foggia. Per l’apertura ufficiale mancherebbe un ulteriore dettaglio, forse l’ultimo tassello: le cosiddette porte tagliafuoco senza le quali la struttura non può considerarsi agibile.

Dopo un periodo di stato di calma apparente, riemerge quindi lo scontro tra l’amministrazione comunale e la Ra.Co., l’impresa appaltatrice. Quest’ultima non avrebbe intenzione di fare ulteriori lavori, anche se la sistemazione delle porte era compresa nel contratto.

Le porte tagliafuoco in realtà sarebbero state realizzate e forse rubate, ma l’assessore Federico Iuppa ha praticamente sciolto ogni dubbio e affermato che la custodia del Giordano spettava alla ditta appaltatrice e che in ogni caso dovranno occuparsene loro. Si allontana ancor di più il giorno dell’inaugurazione. C’è chi vorrebbe fissare la data al 2 giugno, chi invece non si sbilancia ed evita di fare ulteriori pronostici.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Giordano: tiene banco il mistero delle porte tagliafuoco

FoggiaToday è in caricamento