Riccione: minaccia il datore di lavoro con un fucile, arrestato foggiano

L'uomo si è presentato in un'azienda di San Clemente e ha intimato il titolare di essere pagato per dei lavori fatti in precedenza. Nella sua abitazione è stata trovata doppietta provento di un furto

Un artigiano foggiano 50enne nato a San Severo ma domiciliato a Bellaria-Igea Marina, è stato arrestato dai carabinieri di Riccione con l’accusa di ricettazione, porto e detenzione illegale di arma e minaccia aggravata.

Armato di fucile, l’uomo si è presentato in un’azienda di San Clemente e ha intimato il titolare di essere pagato per dei lavori fatti in precedenza. Un addetto alla vigilanza ha notato la scena e ha richiesto l’intervento dei carabinieri, i quali, giunti sul posto immediatamente, hanno bloccato l’artigiano, peraltro già noto alle forze dell’ordine.

Come riportato su Rimini Today, presso la sua abitazione è stata rinvenuta una doppietta Bernardelli a canne mozze, con due cartucce inserite, risultata provento di furto commesso a San Salvo il 14 dicembre scorso, una cartucciera con all'interno 39 cartucce calibro 12, un coltello a scatto ed un tirapugni, e un binocolo ed una bomboletta spray con liquido urticante. Ora si trova in carcere a Rimini.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento