Panico in ospedale: ubriaco minaccia di essere affetto da tubercolosi

Sabato sera i Vigili Urbani avevano bloccato il molestatore in un locale della piazzetta. Poi aveva scatenato il panico in ospedale. Notizia risultata infondata. Palmieri UdCap: "Riconoscimento per vigili"

Corsia ospedaliera

Un riconoscimento pubblico per i quattro Vigili Urbani che hanno evitato una rissa provocata da un uomo ubriaco che in ospedale si è autodefinito malato di tubercolosi.

E’ la richiesta che il consigliere comunale dell’UdCap, Anna Rita Palmieri, inoltrerà al sindaco per premiare lo sforzo messo in atto dagli agenti di polizia municipale intervenuti sabato 14 in un locale della piazzetta per proteggere l’incolumità dei cittadini e garantire la loro sicurezza.

L’uomo ha molestato i clienti e opposto resistenza al proprietario che lo invitava ad uscire dal locale. Fortunatamente l’arrivo dei vigili ha scongiurato il pericolo rissa.

Accompagnato in ospedale, l’uomo avrebbe urlato di essere affetto dalla tubercolosi scatenando il panico in corsia. Il personale sanitario ha fornito le dovute mascherine ai presenti, preoccupati e impauriti dalle dichiarazioni dell’esagitato.  

L’allarme è risultato infondato. L’uomo non presentava segni di infezioni da TBC.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento