Cronaca

Sindaci e città pugliesi nel mirino della malavita, Emiliano chiede incontro urgente a Minniti

Vittime degli ultimi episodi di cronaca i sindaci di Peschici, Ruvo di Puglia, San Severo e Terlizzi

Il presidente della Regione Puglia ha inviato al Ministro dell’Interno Marco Minniti una richiesta di incontro urgente al fine di trovare una soluzione all’escalation di intimidazioni a danno di sindaci pugliesi: “Tutta la mia solidarietà ai sindaci che hanno subito queste odiose intimidazioni esprimo vicinanza a loro e in particolare alle comunità di Peschici, Ruvo di Puglia, San Severo e Terlizzi” dichiara Emiliano.

Il presidente della Regione Puglia aggiunge: “Appare del tutto evidente come sia necessario un cambio di passo. Spetta agli organi inquirenti fare luce su questi episodi criminali, che probabilmente sono causati da una rinnovata imposizione delle regole e della legalità difficilmente accettabile da chi ha interessi illeciti, ma è altrettanto vero che da ormai un decennio chiediamo ai vari governi nazionali un aumento degli organici delle forze di polizia e della magistratura in Puglia.

Al Ministro Minniti presenterò anche la mozione presentata dal Movimento a 5 Stelle e votata all’unanimità dal Consiglio Regionale e dalla Giunta affinché la provincia di Foggia sia dotata di una sezione operativa della DIA e di una sottosezione dello S.C.O., a dimostrazione che su questi temi esiste una visione comune tra partiti e movimenti politici. Tra gli altri fronti delicati vi è anche la questione del contrasto al caporalato: è di ieri la notizia della minaccia ricevuta da una dirigente della Cgil di Lecce a cui va la mia personale solidarietà.

Questi sono momenti in cui c’è necessità di unione, perché le divisioni avvantaggiano solamente i portatori di interessi criminali, basti pensare ad alcune pretestuose polemiche seguite alla chiusura del gran ghetto con il rischio di alimentare, proprio agli occhi delle vittime dello sfruttamento, la rilevanza dei caporali che andrebbero invece trattati per ciò che sono: delinquenti. Vi è infine la necessità di rafforzare il sistema di welfare in particolare per le fasce più deboli: l’ultimo taglio del Governo sul Fondo Politiche Sociali è preoccupante perché senza il welfare di Stato è sempre in agguato il welfare delle organizzazioni criminali e questo l’Italia non se lo può permettere perché un arretramento su questi temi equivarrebbe ad un errore strategico drammatico che avrebbe conseguenze negative non solo sull’oggi ma anche sul domani.”

Emiliano è intervenuto sul tema anche durante la presentazione odierna della tappa Molfetta-Peschici del Giro d’Italia nell’aula consiliare di Palazzo Giovene a Molfetta: “Il ciclismo è anche una metafora della fatica che fanno i sindaci e gli amministratori tutti i giorni – ha detto - e della durezza del cammino della vita. In quest’aula non posso fare a meno di ricordare il sindaco Giovanni Carnicella, il cui sguardo mi affonda nell’anima” (sindaco di Molfetta ucciso nel luglio 1992 ndr.).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaci e città pugliesi nel mirino della malavita, Emiliano chiede incontro urgente a Minniti

FoggiaToday è in caricamento