La piccola Milla è uscita dall'ospedale: si avvicina la fine "di questa bruttissima avventura"

La bambina è finalmente uscita dalla clinica di Losanna, dopo una broncoscopia di controllo. Adesso comincia l'iter per la riabilitazione

L'iter verso la piena guarigione prevederà ancora degli step, ma forse per la piccola Milla, il peggio è passato. Lo spera la famiglia, lo spera la sua Cerignola e tutta la Capitanata che ha sostenuto e sostiene la battaglia della bambina, un calvario iniziato oltre un anno e mezzo fa dopo che la piccola ingerì accidentalmente una batteria al litio. 

Un anno e mezzo di ricoveri, operazioni, miglioramenti e ricadute. Fino al ricovero preso presso una clinica di Losanna, nella quale Milla, dopo il primo intervento, è finita sotto i ferri altre due volte a causa di alcune complicazioni.

Adesso la piccola sta meglio, come ha annunciato suo papà con un post sulla pagina Facebook a lei dedicata. Uno scatto nel quale Milla, seppur provata, non perde il suo sorriso, in compagnia di mamma, papà e del fratellino. La bambina è uscita dall'ospedale, dopo una broncoscopia di controllo che ha dato esito favorevole, ed è a Firenze per ulteriori controlli e per pianificare la fase successiva, ovvero la riabilitazione, "poi si organizzerà l'eventuale rientro a Cerignola", scrive il padre Giuliano. 

Poi è previsto un ultimo ricovero a Losanna "con un passaggio da Firenze, per completare e chiudere, si spera, questa bruttissima avventura", spiega Giuliano, che poi conclude: "Lei è euforica e allo stesso tempo debole. Ma forte dentro come sempre". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

Torna su
FoggiaToday è in caricamento