Cronaca Manfredonia

Si schiera contro il petrolio, vescovo foggiano espulso dal Ciad

Michele Russo è stato espulso da Doba, dove svolge la sua attività da ben 22 anni. Durante un sermone del 30 settembre, avrebbe criticato la gestione dei proventi petroliferi

Michele Russo, 66enne vescovo dell’arcidiocesi San Giovanni Rotondo-Vieste-Manfredonia, è stato espulso da Doba, diocesi della regione centrale del Ciad, per “attività incompatibili con il suo ruolo”.

In realtà il vescovo italiano, da 22 anni nel Ciad, dovrà lasciare il paese entro il 21 ottobre perché il 30 settembre scorso, durante un sermone diffuso dal stazioni radio private,, ha fortemente criticato la gestione dei proventi petroliferi, sottolineando che la popolazione è l’unica a non goderne e vive nell’indigenza.

Lo stesso però si sarebbe esposto troppo nella lotta contro il petrolio, che rovinerebbe l’aspetto ecologico del Ciad. All’AdnKronos, don Angelo Pittau l’ha definita “Un’azione grave contro la chiesa cattolica''.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si schiera contro il petrolio, vescovo foggiano espulso dal Ciad

FoggiaToday è in caricamento