Vieste: scomparsa Michele Mafrolla, si ipotizza la vendetta dopo una lite

Infondate le voci di una segnalazione anonima del cadavere. L'ipotesi che si fa strada in queste ore è quella secondo la quale il giovane sarebbe stato vittima di una vendetta dopo aver partecipato ad una lite

Vieste è una città impaurita, spaventata dagli eventi di cronaca nera che si sono susseguiti nel 2011. Dall’uccisione dei fratelli Piscopo, all’incendio del Lido Scialì, agli atti intimidatori subiti dal capo servizio del settore Urbanistica fino alla scomparsa di Michele Mafrolla - 27enne incensurato e dipendente di una ditta di prodotti caseari - avvenuta domenica 24 giugno.

La città non parla, si nasconde, ha paura di pronunciarsi. Si rinchiude nel silenzio quando a qualcuno chiediamo e ipotizziamo la pista lupara bianca. Bocche cucite o quasi. Intanto le ricerche proseguono e le voci, rivelatesi infondate, di una telefonata anonima che avrebbe riferito le coordinate del luogo dove si troverebbe il cadavere, alimentano la tensione – già alle stelle – di una vicenda che viene vissuta con angoscia e preoccupazione.

Al civico 28 di Contrada Chiesola i genitori si chiedono che fine abbia fatto quel ragazzo dedito al lavoro, incensurato, pulito e pronto a formarsi una famiglia. Perché sia sparito o svanito nel nulla. L’ipotesi che si fa strada in queste ore è quella secondo la quale il giovane sarebbe stato vittima di una vendetta dopo aver partecipato ad una lite.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri, il Cio di Bari e il K9 SAR ITALIA di Cerignola, Squadra Cinofila che collabora in partnership con l'Associazione Penelope Italia, oltre che con l'Ufficio del Commissario Straordinario di Governo per le Persone Scomparse, proseguiranno le ricerche dei giorni scorsi nei boschi, in città e nelle aree impervie della zona. Sabato mattina è stata setacciata località “Costella”, non lontana dall’abitazione dei familiari del ragazzo e luogo dove è stato ritrovato lo scooter del ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento