Mercato Piazza Padre Pio: quale futuro per il monumento all’incompiuto?

Lo scorso 22 dicembre l'edificio è stato acquistato dalla Coim Srl a 1mln e 950mila euro. E' probabile e imminente l'abbattimento dell'edificio. I cittadini si chiedono se saranno costruite nuove strutture di interesse pubblico

Non sono mai stato interessato al cambio di destinazione del mercato di Piazza Padre Pio e nessun intervento è previsto nell’ambito delle mie competenze e di quelle dell’ufficio LL. PP”. Così l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Foggia, Vinicio Di Gioia, ha risposto alla domanda sulle sorti dell’edificio noto all’opinione pubblica come ‘monumento all’incompiuto’.

Si tratta del mercato coperto costruito circa trent’anni fa e mai completato a causa del mancato rispetto della normativa antisismica. Una costruzione originariamente nata con l’obiettivo di creare una struttura per le attività commerciali ubicata in una zona facilmente accessibile e identificabile, quella tra via Luigi Guerrieri e via dell’Immacolata, a ridosso di un piccolo parco di quartiere e in un’area ad alta densità abitativa e di moderna configurazione urbanistica.

Soltanto lo scorso 22 dicembre, l’edificio che rientrava nel patrimonio immobiliare del Comune di Foggia, è stato acquistato all’asta dalla Coim srl a 1milione e 950mila euro per coprire una parte dei debiti che gravano sul bilancio delle casse comunali. Una cifra ritenuta congrua, in sede di trattative, perché superiore a 1milione e 620mila euro, valore minimo di quell’area che, essendo tipizzata SP (area per i servizi pubblici di interesse locale), è fissata dalle stime comunali a 406 euro al mq.

Bisogna considerare anche che l’oneroso e inevitabile abbattimento dell’edificio, a causa delle vigenti prescrizioni urbanistiche, sarebbe a carico della stessa ditta Coim srl.

Data la prevista e probabile imminente demolizione del famigerato ‘monumento all’incompiuto’ ci si chiede cosa sarà dell’area in questione e soprattutto se, al posto del mercato, saranno costruite nuove strutture di interesse pubblico. Interrogativi a cui non è seguita risposta dalla stessa Coim srl.

Foto: Voce di Foggia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento