Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Nea: “Rischio allagamenti presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia"

Infiltrazioni d'acqua, mancanza di lavagne luminose, proiettori mal funzionanti e un parcheggio poco capiente. Quando piove l'acqua filtra la parete alta dell'edificio e cade sul pavimento

Si scrive Nea e si legge Nuove Energie Attive. Nel giorno delle elezioni studentesche per rinnovare le rappresentanze in Consiglio di Amministrazione e Senato Accademico e per istituire il nuovo Nucleo di Valutazione di Ateneo e i 6 Consigli di Dipartimento (ex Consigli di Facoltà), l’associazione universitaria porta alla ribalta delle cronache locali la questione della Facoltà di Medicina e Chirurgia presso l’Istituto Rosati.

Le immagini sono eloquenti. Quando piove l’acqua filtra la parete alta dell’edificio e cade sul pavimento. Gli studenti del Nea, che hanno segnalato questo disagio in più di un’occasione, devono fare di necessità virtù e assistere al parapendio delle gocce di pioggia che cadono sui cartoni o all’interno di recipienti strategici posizionati ad hoc per evitare l’allagamento.

Al primo piano dell’istituto, sopra la succursale del Poerio, la situazione è questa. E non c’è da scandalizzarsi se durante le ore di lezione si è raggiunti da una goccia di pioggia. Studente bagnato, studente fortunato.

Manco a dirlo. Ci sarebbero altri problemi oltre alle infiltrazioni d’acqua. Mancanza di lavagne luminose, proiettori mal funzionanti e un parcheggio poco capiente.Esiste un altro parcheggio che non viene aperto perché la Provincia sembra contraria e ci troviamo a dover fronteggiare i parcheggiatori abusivi presenti sulla strada esterna di Via Napoli” tuonano al Nea.

Sono soprattutto questi i fattori che spingono l’associazione universitaria a credere in un nuovo progetto, che dovrà inevitabilmente passare per le elezioni di oggi e di domani.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nea: “Rischio allagamenti presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia"

FoggiaToday è in caricamento