Si indaga sul maxi-furto compiuto all'UniEuro di via San Severo

I responsabili potrebbero appartenere alla malavita cerignolana. Il megastore non aveva telecamere interne o esterne. Il danno ammonterebbe a circa 400mila euro

I responsabili del furto compiuto venerdì notte all'Unieuro di via San Severo, secondo la Polizia, potrebbero appartenere alla mala cerignolana. Si segue anche questa pista per via delle modalità del colpo.

Purtroppo il lavoro degli investigatori è intralciato dall'assenza di telecamere all'interno e soprattutto all'esterno del centro commerciale. Dal momento in cui i ladri sono riusciti a disattivare l'allarme collegato a un istituto di Vigilanza del capoluogo, gli inquirenti sono alla ricerca di impronte digitali e tracce biologiche per risalire al dna.

Venerdì notte i ladri hanno forzato l'uscita di sicurezza con un flessibile, si sono diretti in ufficio dove hanno aperto la cassaforte dal valore di 30mila euro e infine hanno svaligiato il deposito prelevando un migliaio di elettrodomestici.

In prossimità delle feste natalizie il centro commerciale ha già riaperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento