rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022

Il direttore della Dia sprona i foggiani a reagire: "Con la mafia non si convive"

A Foggia, le parole del direttore della Dia, Maurizio Vallone, che ha inaugurato la mostra ‘Antimafia itinerante’ negli spazi espositivi di Palazzo Dogana. L’evento rientra nelle celebrazioni del 30° anniversario della Direzione Investigativa Antimafia

“Con la mafia non si convive, ma combattuta”. Il diretto della   Dia   Maurizio Vallone, oggi a Foggia per inaugurare la mostra ‘Antimafia itinerante’, che celebra i primi trent’anni della Direzione investigativa antimafia, sprona i foggiani ad una reazione: “Qui c’è una forte presenza di criminalità organizzata che ancora non ha imparato, come le altre mafie, ad essere silenti. Qui ancora si spara e si mettono ordigni esplosivi sotto casa degli amministratori pubblici. E’ una modalità sbagliata, che non porta risultati ma concentra l’attenzione dello Stato nella reazione e nell’attività dell’autorità giudiziaria nel contrasto di queste bande criminali”.

Sul punto, rassicura quindi la comunità: “Le attività si stanno svolgendo e vedrete che nel breve termine avremo risultati importanti”. La mostra, ospitata negli spazi espositivi di Palazzo Dogana, riassume trent’anni di operazioni contro le mafie che, in varie parti d’Italia, attanagliano il paese e avvelenano l’economia legale. Presente anche il vice direttore amministrativo della Dia, il generale dell’Arma Antonio Basilicata, che per quattro anni, dal 2012 al 2016, ha ricoperto il ruolo di Comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, attuando quello che fu poi definito il 'metodo Basilicata’.

“E’ necessario che la società civile dia un contributo nella lotta alle organizzazioni mafiose”, ha spiegato il generale Basilicata. “La sola repressione, seppure strategicamente forte, non può bastare più: è necessario che la società si metta in condizioni di sviluppare gli anticorpi giusti, per fare in modo che il rispetto delle regole possa aiutare a sconfiggere la criminalità organizzata”. La mattinata è proseguita con un convegno sul  tema  ‘Mafie   e  Caporalato:  illecito  sfruttamento   dei  lavoratori’. In sala i vertici delle forze di polizia del territorio. L’incontro è stato moderato  dal  giornalista Giuseppe De Tomaso, al quale hanno partecipato - oltre al direttore della Dia Vallone, anche il direttore   dell’Ispettorato  nazionale  del lavoro, Bruno Giordano,  il magistrato   con   funzioni   di   merito   del   Consiglio   Superiore   della   Magistratura, Antonio D’Amato, il procuratore   di   Foggia, Ludovico   Vaccaro  e  il vice direttore amministrativo della Dia, gen. Antonio Basilicata.

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

Il direttore della Dia sprona i foggiani a reagire: "Con la mafia non si convive"

FoggiaToday è in caricamento