Truffe agli anziani, carabinieri in chiesa per 'mettere in guardia' i parrocchiani

Accade a Mattinata, dove si è tenuto un incontro molto partecipato per conoscere e prevenire il fenomeno. "Un passo in avanti per migliorare il sistema sicurezza”

Un momento dell'incontro

Truffe agli anziani, i carabinieri incontrano le potenziali vittime in parrocchia. Accade a Mattinata, dove si è tenuto un incontro molto utile e partecipato.

Ieri sera, alle 19.00, all’interno dei locali della Parrocchia Santa Maria della Luce, i carabinieri si sono intrattenuti per oltre due ore, mostrando anche dei filmati, dispensando consigli e suggerimenti utili a prevenire l’odioso fenomeno delle truffe, soprattutto quelle in danno di anziani. I saluti iniziali sono stati affidati a don Luca, che ha ringraziato l’Arma locale per quanto fa quotidianamente e per la sensibilità che mostra anche nel voler incontrare la popolazione.

All’incontro hanno partecipato oltre 50 mattinatesi; numerosissime e interessanti le domande rivolte ai militari, che con semplicità e facendo riferimento a casi pratici ripresi dalla cronaca nazionale, hanno reso la spiegazione del reato di truffa molto semplice mettendo in guardia i cittadini da eventuali malintenzionati.    

Fermo restando che questo subdolo reato non è un’emergenza nel comune di Mattinata, l’occasione è stata favorevole anche per parlare più in generale della legalità e della necessità che la comunità si apra maggiormente al dialogo con i carabinieri, “confidando” qualsiasi anomalia, sopruso o fatto che si reputi di interesse delle Forze dell’Ordine, certi di una tempestiva risposta e della discrezione dei militari che non li esporrà ad eventuali rischi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Comandante della Stazione Carabinieri, senza creare inutili e superflui allarmismi, ha rassicurato la popolazione mettendosi a disposizione di tutti, sia per ricevere domande, sia per organizzare nuovi incontri con l’auspicio che tale interazione sia un importante passo in avanti per migliorare il “sistema sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

  • "Non posso 'chiudere' la Regione". Emiliano ai prefetti: "Regole ferree: dobbiamo convivere col virus"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento