Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Troppi detenuti, pochi agenti e tante aggressioni: "Nel carcere di Foggia servono 100 poliziotti e un doppio direttore"

Ancora un grido d'allarme quello lanciato questa mattina dal carcere di Foggia da parte del segretario generale del Cosp, Domenico Mastrulli, che ha ribadito la grave situazione in cui versano i penitenziari italiani e quello di Foggia.

 

Duemila aggressioni e altrettanti agenti feriti all'anno subite dal personale e un organico che avrebbe bisogno di altre 11mila unità, di cui 100 nel penitenziario di via delle Casermette. "Manca anche la figura di un doppio direttore".

Mastrulli ha chiesto nuovamente un rapido cambio di passo nella organizzazione e nella gestione degli istituti di pena attraverso l’unificazione delle carriere, lo scorrimento delle graduatorie e l’arruolamento di agenti con passaggi di livello a cadenza progressiva ogni 3 anni e 6 mesi

Mimmo Mastrulli chiede un incontro con Salvini e si dice favorevole alla chiusura di alcune strutture antieconomiche come Lucera, San Severo, Turi di Bari e Altamura: "Quel personale potrebbe essere utilizzato nelle grandi carceri".

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento