Cronaca Manfredonia

Operazione “Mare sicuro 2012”: 57 soccorsi e 119 persone salvate

Il bilancio del comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, Francesco Staiano, al termine della stagione turistica. Sono stati riscontrati 43 illeciti presso le strutture balneari

57 soccorsi in mare, 119 persone salvate e 40 unità navali recuperate. Sono soltanto alcuni dati salienti dell’operazione Mare sicuro 2012 condotta dalla Capitaneria di Porto di Manfredonia e dai propri uffici dipendenti dislocati in tutti i porti e gli approdi dell’area garganica.

L’operazione, che ha avuto il suo clou nel periodo tra luglio e settembre, è stata anticipata da una serie di informazioni circa le normative emanate e volte ad assicurare la sicurezza in mare la corretta regolamentazione delle strutture di accoglienza turistica. “Una opportuna attività di prevenzione cui è seguita una attenta azione operativa che ha visto impegnati uomini e mezzi della Guardia Costiera” rivela il comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, capitano di fregata Francesco Staiano.

Speciale menzione merita, tra gli interventi effettuati, quello di domenica 26 agosto nelle acque antistanti il Golfo di Manfredonia, dove un improvviso peggioramento delle condizioni meteo marine, con presenza di trombe d’aria, ha messo in difficoltà numerose imbarcazioni in procinto di affondare. In quella  occasione la Capitaneria di Porto dispiegò tutte le unità navali a sua disposizione mettendo in salvo in quella stessa giornata e nel giro di poche interminabili ore, 6 imbarcazioni sulle quali erano imbarcate 14 persone tra cui tre bambini ed una donna incinta.

Naturalmente, non sono stati trascurati i controlli alle attività di pesca: ne sono stati compiuti ben 1.412, nonostante il fermo biologico imposto ad agosto alla pesca. Numerose le infrazioni riscontrate e gli operatori deferiti all’autorità giudiziaria anche in tema di sicurezza della navigazione e del rispetto delle norme di tutela ambientale: rispettivamente 991 e 1.371. Presso le strutture balneari sono stati altresì rilevati 43 illeciti connessi alla mancanza del servizio di salvamento o per assenza di strumenti o ausili previsti dalle ordinanze vigenti.

Significativa l’attività di contrasto nei confronti delle unità in navigazione sottocosta o stazionanti nell’area riservata alla balneazione: sono stati rilevati a carico di indisciplinati diportisti, 39 illeciti amministrativi, a cui si sono aggiunte 8 violazioni commesse da conduttori di acquascooter contravvenzionati per violazioni all’ordinanza dell’Autorità Marittima.  “Grazie alla intensa attività svolta – annota il comandante Staiano - e alla presenza costante di uomini e mezzi lungo tutto il litorale di giurisdizione, non si sono registrati incidenti di rilievo pregiudizievoli per la pubblica e privata incolumità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Mare sicuro 2012”: 57 soccorsi e 119 persone salvate

FoggiaToday è in caricamento