rotate-mobile
Cronaca Serracapriola

Marco Alecci: morte causata da un forte trauma, lo dice l’autopsia

Il ragazzo di Romano di Lombardia è stato trovato morto in località Ripalta di Lesina. Viaggiava con i suoi amici sul Frecciabianca. La sua morte resta ugualmente un mistero

La morte di Marco Alecci, il ragazzo 19enne di Romano di Lombardia trovato morto sabato scorso in una scarpata a lato della massicciata ferroviaria in agro di Serracapriola, località Ripalta di Lesina, è stata causata da un forte trauma.

Lo ha stabilito l'autopsia compiuta ieri a Foggia dall'equipe del prof. Vittorio Fineschi. L'esame, però, non ha consentito di stabilire al momento se il trauma sia stato provocato da una caduta o da un'altra causa.

La morte dello studente che sognava di diventare medico, come i suoi due genitori, e che il 4 settembre avrebbe svolto i test di Medicina, resta un mistero.

Le ipotesi sono tante. Marco potrebbe essersi sporto troppo e inciampato dal portellone del Frecciabianca che problemi tecnici quel maledetto pomeriggio ha compiuto alcune soste durante il tragitto. Potrebbe aver perso i sensi (il ragazzo bergamasco pare fosse molto agitato e in preda al panico), ma, ipotesi meno plausibili, potrebbe esser stato spinto o si sarebbe potuto lanciare di sua spontanea volontà.

Soltanto le indagini potranno chiarire la dinamica del tragico incidente avvenuto nel Foggiano sabato 21 luglio.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Alecci: morte causata da un forte trauma, lo dice l’autopsia

FoggiaToday è in caricamento