rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Berretti rossi in marcia verso Foggia: “Basta allo sfruttamento e a qualsiasi forma di schiavitù”

Sono partiti dalla Torretta Antonacci dell’ex Gran Ghetto e sono in viaggio verso Foggia. Riprenderanno il cammino in zona del cimitero e raggiungeranno la Prefettura intorno alle 10.30

Dalle otto di questa mattina decine di braccianti agricoli sono in marcia verso Foggia per dire basta allo sfruttamento e a qualsiasi forma di schiavitù al grido di ‘Prima gli sfruttati’.

I ‘Berretti rossi’ – “come i cappellini che i quattro braccianti morti indossavano nei campi per proteggersi dal sole mentre si spaccavano la schiena per raccogliere pomodori alla vergognosa paga di un euro al quintale”, sono partiti dalla Torretta Antonacci dell’ex Gran Ghetto e sono in viaggio verso Foggia. Riprenderanno il cammino in zona del cimitero e raggiungeranno la Prefettura intorno alle 10.30

I lavoratori incrociano le braccia in memoria di Amadou Balde, Aladjie Ceesay, Moussa Kande e Ali Dembele, e delle altre dodici persone decedute in seguito all’incidente avvenuto allo svincolo per Ripalta sulla Statale 16.

berretti rossi-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berretti rossi in marcia verso Foggia: “Basta allo sfruttamento e a qualsiasi forma di schiavitù”

FoggiaToday è in caricamento