menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trivellazioni: verso la manifestazione di Manfredonia del 6 ottobre

Il 3 ottobre alle 11.00 nella Sala Giunta di Palazzo Dogana la conferenza stampa di presentazione della Manifestazione anti-trivelle "No Triv". Sabato 6 saranno presenti anche Vendola, Chiodi e Iorio

Mancano pochi giorni alla manifestazione contro la ricerca di idrocarburi nelle acque del Mare Adriatico a largo delle Isole Tremiti. Quella del 6 ottobre a Manfredonia sarà una lunga manifestazione di protesta pacifica a tutela del mare e dell’ambiente., l'ultima in ordine cronologico dopo quelle di Lesina e Monopoli nel 2010, di Tremiti e Termoli nel 2011, poi nuovamente di Monopoli quest’anno.

Quella di Manfredonia è dunque l’ennesima grande manifestazione organizzata dalla Rete di Associazioni “NO TRIV”, istituita sotto la presidenza di Lucio Dalla per contrastare le e scongiurare possibili prospezioni finalizzate alla ricerca di idrocarburi nel Mare Adriatico.

Nessun dubbio sul fatto che queste azioni di ricerca del petrolio costituiscono una vera e propria minaccia per l’ecosistema marino (con altissima possibilità di contaminazione del mare a causa di incidenti o la pesante e comprovata compromissione degli stessi equilibri ambientali), in particolare per le vicine Isole Tremiti, paradiso di biodiversità, sia dei fondali che della florida macchia mediterranea

La Rete No Triv Adriatico e l'Associazione No Petrolio - Si Energie Rinnovabili hanno incontrato lo scorso 14 Settembre il Ministro Corrado Clini a Bari, insieme al Governatore Nichi Vendola e al Presidente del Consiglio Regionale Onofrio Introna ed una rappresentanza delle altre associazioni ambientaliste per esporre al Ministro le proprie ragioni di protesta e di dissenso nei confronti dell’autorizzazione del Ministero per l’Ambiente a procedere con le prospezioni in Adriatico. 

Al Ministro Clini è stata dunque richiesta, senza esito positivo, la revoca di tale autorizzazione. Per questo motivo la Rete No Triv ha deciso di lanciare un segnale di maggior dissenso nei confronti di tali possibili trivellazioni in Adriatico, convocando la società civile, le associazioni, le rappresentanze politiche e sindacali, nonché le istituzioni tutte a Manfredonia.

A partire dalle ore 15,30 di sabato 6 ottobre, Manfredonia sarà l'epicentro di una protesta nazionale con la presenza delle associazioni ambientaliste di tutte le regioni adriatiche e i gonfaloni di Regione Puglia, Regione Abruzzo e Regione Molise, della Provincia di Foggia, del Parco Nazionale del Gargano e di diversi comuni della Puglia.

Hanno garantito la presenza anche diverse amministrazioni comunali di Abruzzo e Molise. In testa al corteo i presidenti dei tre enti regionali: Vendola, Chiodi e Iorio.

Il raduno alle 15,30 nell'area mercatale di via Scaloria, da dove si snoderà il corteo lungo il seguente percorso: via Scaloria, via Arcivescovado, Piazza del Popolo, Corso Manfredi, via del Porto, piazzale Ferri.

Alle 18 presso spiaggia castello verrà messo in scena lo spiaggiamento dei cetacei, mentre nelle acque del golfo si disputerà una regata velica di protesta.

A seguire, alle 18,30 in Largo Baselice, (zona nuovo mercato ittico) sono previsti gli interventi dei rappresentanti istituzionali che leggeranno e approveranno un documento indirizzato al Ministro dell'Ambiente.

Dalle ore 20 sul palco, cantautori italiani e band locali per dare voce al movimento anti-trivelle della rete “NO TRIV”: "Sarà una manifestazione pacifica - ha affermato il coordinatore del movimento, Raffaele Vigilante - dove con spirito allegro rimanderemo al mittente il decreto che autorizza la ricerca di idrocarburi in Adriatico".

Di seguito, il video realizzato per la produzione di Canale 5 a sostegno della rete No Triv da  Pierfrancesco Di Stolfo programmato per la messa in onda televisiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento