Caporalato, intercettato furgone per il trasporto braccianti: sequestrato registro con nomi e rendicontazione

Nella prima mattinata di oggi, nei pressi di Borgo Mezzanone, un altro mezzo, ancora una volta con targa di bulgara, è stato sequestrato, poiché privo di qualsiasi documento, come la maggior parte di quelli già fermati

Il mezzo sequestrato

L'attività di contrasto al “caporalato” messa in campo dall’Arma prosegue nel territorio della Compagnia di Manfredonia. Nella prima mattinata di oggi, nei pressi di Borgo Mezzanone, un altro mezzo, ancora una volta con targa di bulgara, è stato sequestrato, poiché privo di qualsiasi documento, come la maggior parte di quelli già fermati.

Anche in questo caso nel furgone, le cui condizioni di sicurezza sono risultate assolutamente inesistenti, i sedili erano stati sostituiti con alcune panche di legno di fortuna, utilizzate per il trasporto di extracomunitari impiegati come braccianti nei campi. E ancora una volta, alla vista dei Carabinieri di Manfredonia, dopo un breve inseguimento, conducente e trasportati hanno fulmineamente abbandonato il mezzo sul ciglio della strada e sono fuggiti a piedi per le campagne circostanti, facendo perdere le proprie tracce. All’interno del furgone, rinvenuti e posti sotto sequestro, importanti quaderni e registri con nomi e rendicontazioni sui quali i militari, informata la Procura della Repubblica, stanno ora indagando, anche al fine di identificare il proprietario e il reale utilizzatore del mezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento