Scoperta "centrale del riciclaggio": a Manfredonia il cimitero delle auto rubate

Gli agenti del commissariato di Manfredonia hanno scoperto una centrale per il riciclaggio di pezzi di ricambio auto, sia meccanici che parti di carrozzeria, provenienti da auto rubate e pronti per essere messi sul mercato clandestino

Parte del materiale sequestrato

Una piccola centrale per il riciclaggio di pezzi di ricambio per auto. E’ quella scoperta dagli agenti del commissariato di Manfredonia, nell’ambito di una serie di controlli straordinari del territorio per la prevenzione e la repressione dei reati.

Gli agenti hanno scoperto una centrale per il riciclaggio di pezzi di ricambio auto, sia meccanici che parti di carrozzeria, provenienti da auto rubate e pronti per essere messi sul mercato clandestino. All’interno di un capannone sono state recuperate due auto già in fase di smontaggio, due motori, vari airbag, sedili, serbatoi carburante, quattro cruscotti e otto pneumatici.

Ancora, sono stati sequestrati cinque ponti con sospensioni, una culla vano motore, ventidue musi batti cofano, marmitte, portiere, portelloni, cofano motore, quattro set paraurti anteriori/posteriori, tredici centraline motore, venti quadranti contachilometri, computer di bordo, frontalini per climatizzatori cablaggi elettrici e radiatori. Gli accertamenti hanno portato alla denuncia in stato di libertà di un 49enne del posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento