Maltrattamenti e lesioni alla convivente: arrestato 31enne

E’ accaduto a Mattinata, dove i carabinieri hanno arrestato Brahim Biyari, 31enne marocchino con le accuse di maltrattamenti e lesioni personali dolose. L’intervento dei carabinieri dopo la chiamata della donna

Mesi di pesanti maltrattamenti, fino alla richiesta di aiuto ai carabinieri di Mattinata, che hanno posto fine all’incubo di una donna, e arrestato il convivente, Brahim Biyari, 31enne di nazionalità marocchina. Per lui l’accusa è di maltrattamenti contro familiari e lesioni personali dolose.

I militari sono intervenuti presso l’abitazione dei due, su richiesta della vittima stessa, la quale all’arrivo dei carabinieri ha rivelato di essere stata aggredita dal proprio convivente. La giovane è stata soccorsa e invitata a farsi sottoporre alle necessarie cure sanitarie, mentre il convivente è stato subito bloccato e condotto presso la caserma.

Dal racconto della donna è emersa una situazione conflittuale che andava avanti da mesi, caratterizzata da reiterate aggressioni, mosse dalla forte gelosia di Biyari, che però la donna non aveva mai denunciato.

Solo in quest'ultima circostanza, infatti, grazie al tempestivo intervento dei militari e alla fiducia riposta dalla vittima in questi, è riuscita ad emergere la situazione completamente compromessa tra i due, e i diversi episodi che sono stati denunciati per la prima volta, con tanto di numerosi referti medici di lesioni che, per timore, la donna aveva sempre riferito ai sanitari di essersi procurata accidentalmente.  

Al termine delle attività, l’uomo è stato condotto presso il carcere di Foggia, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento