rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca San Guglielmo e Pellegrino / Piazza Aldo Moro

Picchiato dal padre, 16enne esce di casa di notte e chiama la polizia: arrestato (per altri motivi)

Luomo, di 43 anni, è stato arrestato per l'inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale e per la detenzione di arma comune da sparo. Lo stesso è stato anche denunciato per i maltrattamenti sul figlio di 16 anni

Una chiamata al 113, da parte di un 16enne terrorizzato. E' quella giunta ieri sera, alla sala operativa della questura di Foggia e che, di fatto, ha incastrato il padre. Il minore, secondo quanto accertato, aveva lasciato la sua abitazione perchè vittima di maltrattamenti da parte del padre.

Immediata l'azione della polizia, che ha raggiunto il minore nei pressi di piazza Aldo Moro; il 16enne ha spiegato agli agenti che, nel corso della notte, era stato picchiato e maltrattato dal padre al punto da decidere di allontanarsi da casa. I poliziotti hanno quindi constatato gli evidenti segni di maltrattamenti sul corpo del ragazzino, successivamente medicato al Pronto Soccorso: guarirà in  5 giorni.

Raggiunta l'abitazione dell'uomo, gli agenti non hanno il 43enne, in regime della sorveglianza speciale, misura che era stata quindi appena violata. Lo stesso è stato trovato alle 4 di notte e arrestato oltre che per l'inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale anche per la detenzione di arma comune da sparo.

L'arma era nascosta in una scatola, coperta da ovatta; la pistola era priva di matricola, con due caricatori e e sette cartucce calibro 7,65 oltre ad altre 14 cartucce sfuse dello stesso calibro. Inoltre, lo stesso è stato denunciato per i maltrattamenti nei confronti del figlio, scaturiti a seguito di una chiamata tra il 16enne e la sorella, che ha lasciato nei mesi scorsi l'abitazione paterna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato dal padre, 16enne esce di casa di notte e chiama la polizia: arrestato (per altri motivi)

FoggiaToday è in caricamento