Maltempo danneggia 'Lu Zitemelone', il simbolo di Panni che ai tempi di Pietro Di Toledo serviva a segnalare l'arrivo dei turchi

A danneggiarlo forse un fulmine. Oggi è un rudere, il crollo quasi definitivo è avvenuto nel 1732 per via di un fortissimo terremoto

Il maltempo che la scorsa notte ha imperversato in provincia di Foggia, ha provocato alcuni danni a “Lu Zitemelone”, simbolo di Panni. Ad annunciarlo su Facebook il sindaco Pasquale Ciruolo: "Stiamo predisponendo la chiusura della passeggiata per la salvaguardia della pubblica e privata incolumità!". Probabilmente si è trattato di un fulmine.

Una torre di vedetta, più che un castello, la sua costruzione risalirebbe al 1535 ad opera di Pietro Di Toledo. Serviva a segnalare l'arrivo dei Turchi. Oggi è un rudere, il crollo quasi definitivo è avvenuto nel 1732 per via di un fortissimo terremoto.

Come si legge su Montimedievali.net, "intorno a questa torre vi è una splendida passeggiata in cui, nelle giornate di vento, se tira la borea si passeggia ad occidente, se tira il maestrale si passeggia ad oriente. Nel 1898 la strada fu fatta allargare dal sindaco cav. Rainone e, col passare degli anni, da altri sindaci. All’estremità, dove la strada svolta per ricongiungersi all'altro versante, vi è un piccolo largo, detto Ariella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere carbonizzato con un buco in testa: è dell'uomo scomparso a San Severo, non si esclude l'ipotesi omicidio

  • Scossa di terremoto in provincia di Foggia: l'epicentro a Carpino sul Gargano, il sisma di magnitudo 3.6

  • Terribile incidente sulla Statale 16: morto 36enne di Cerignola, fatale lo scontro tra auto e camion

  • Cacciatori tendono la trappola ai ladri di moto: in quattro tornano per recuperarle, ma vengono beccati e arrestati

  • Grave incidente stradale a Lucera, Lancia Musa si schianta contro un muretto: 22enne perde la vita

  • San Severo come 'Gomorra': la pantera forse fuggita dalla residenza di un boss, si teme fuga verso altri comuni

Torna su
FoggiaToday è in caricamento