Cronaca

Dopo il lockdown, i danni del maltempo. Compagnie teatrali in ginocchio: "Crisi senza fine"

La bomba d'acqua di ieri ha provocato numerosi danni presso l'associazione Luce in scena e al Teatro Regio di Capitanata

Dopo la chiusura forzata determinata dalla pandemia da Covid-19, un'altra emergenza si abbatte sulle compagnie teatrali. Nella giornata di oggi è cominciata la conta dei danni in seguito alla bomba d'acqua abbattutasi sulla città nella giornata di ieri. Il tutto a poche settimane dalla ripresa dell'attività, dopo che il lockdown aveva costretto le compagnie ad annullare gli spettacoli e a fermare ogni tipo di attività (compresi i laboratori e corsi).

È il caso della compagnia 'Luce in Scena', la cui sede è stata letteralmente invasa dall'acqua dopo le imponenti piogge di ieri. Oltre 400 metri quadrati di ambienti resi impraticabili e inagibili: Danneggiati i pavimenti, gli strumenti musicali, le scenografie, i materiali e i costumi: "Ci siamo trovati in preda a una gravissima crisi economica durante il lockdown, causata soprattutto dalla sospensione di tutti i corsi di recitazione, canto, danza, musical e strumenti  musicali (corsi con all'attivo 120 allievi, suddivisi per varie discipline). L'acqua è subentrata dagli scarichi, dal cortile interno e da altre fonti che non sono ancora state individuate (per la troppa acqua che non riusciamo a spostare). Non vi sono stati fondi e sostentamento da parte dello Stato o della Regione. Appena 2 settimane fa la compagnia era sul palco della Villa Comunale per gli spettacoli del Foggia Estate dedicati ai ragazzi ed altri ve ne saranno ancora nel mese di agosto. Ma come poter affrontare e superare tutto ciò? I danni sono inestimabili. La crisi che colpito duramente sembra non aver fine", raccontano i componenti dell'associazione. 

La pioggia ha fatto danni anche al Teatro Regio di Capitanata: "Non bastava la pandemia, ci voleva anche l’acqua. Ora tutto è più complicato. Stagione sospesa da inizi marzo, attività varie annullate, affitto invece non sospeso, spese ed utenze non sospese. Con l’allagamento aggiungiamo danni ad attrezzature-materiale-scenografie-parquet e altro. Ce la faremo anche questa volta con l’aiuto di Dio e con il vostro supporto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il lockdown, i danni del maltempo. Compagnie teatrali in ginocchio: "Crisi senza fine"

FoggiaToday è in caricamento