Mafia di Cerignola 'riferimento' per latitanze e riciclaggio. Criminalità di Orta Nova stabile e aggressiva

La DIA nella relazione semestrale al Parlamento: "Se il traffico degli stupefacenti costituisce il business fondamentale, le estorsioni e i reati contro il patrimonio si confermano settori di primario interesse"

Immagine di repertorio

"I gruppi di Cerignola sono diventati un punto di riferimento anche per altri sodalizi, sia nel sostegno delle latitanze, sia nelle attività di riciclaggio, grazie alla capacità di schermare efficacemente i profitti illeciti, anche mediante prestanome, in attività di ristorazione, nella filiera agroalimentare e nel commercio di carburante".

Lo scrive la Direzione Investigativa Antimafia nella relazione (secondo semestre 2018) al Parlamento. Inoltre, precisa, "l’intera area dei Cinque Reali Siti, pur risentendo in modo significativo dell’influenza della criminalità cerignolana, annovera realtà, come quella di Orta Nova, caratterizzata da un forte tessuto criminale autoctono (clan Gaeta e Russo), capace di ben interagire con la mafia cerignolana e foggiana, specie nel mercato degli stupefacenti e delle armi, nella ricettazione, nel riciclaggio e nei reati predatori".

"Tale dinamicità è verosimilmente alla base anche di collegamenti extraregionali, in modo particolare con la Campania, come emerso in occasione dell’esecuzione, il 17 luglio 2018, di una misura cautelare nei confronti di un gruppo criminale composto da quattro soggetti di Orta Nova ed uno di Avellino, cui sono stati contestati danneggiamenti in danno di quattro parchi eolici, ubicati nella provincia di Avellino".

"Le indagini ne hanno evidenziato il chiaro tenore estorsivo, legato alla mancata attribuzione dei compiti di manutenzione alla ditta di proprietà dell’indagato avellinese. In conclusione, se il traffico degli stupefacenti costituisce il business fondamentale alla base dell’economia illegale dei gruppi mafiosi foggiani, le estorsioni e i reati contro il patrimonio si confermano settori di primario interesse".

Fonte: Direzione Investigativa Antimafia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

Torna su
FoggiaToday è in caricamento