MAFIA CERIGNOLA / Cerignola

Portavalori assaltato, la testimonianza degli attimi di terrore: "Aveva la pistola con il dito sul grilletto"

Lunedì 15 luglio a 'Cose Nostre' su Rai 1, 'C'era una volta Cerignola', con la testimonianza di una delle vittime dell'assalto a un portavalori sulla A14 da parte di un commando cerignolano

Lunedì 15 luglio, con inizio alle 23.20, Cose Nostre presenta 'C'era una volta Cerignola', il ritratto di una mafia, quella di Cerignola, che da decenni ha assunto un ruolo di primo piano in molti settori dell'economia illegale, che in tanti ancora non conoscono.

La mafia cerignolana è specializzata in furti di auto e riciclaggio di pezzi dei veicoli rubati, oltre che di denaro sporco. Sono dediti al consumo di rapine ai caveau e soprattutto agli assalti ai furgoni portavalori lungo tutto lo stivale d'Italia. 

Durante il programma verrà proiettata la testimonianza di un vigilante che, insieme a due colleghi, ha subito l’assalto di un gruppo di fuoco di criminali cerignolani, mentre conduceva un furgone portavalori sulla A14 all’altezza di Ravenna, in Emilia Romagna.

Questa l'anteprima pubblicata da Rai 1: "Io di fianco avevo un altro rapinatore che sempre con il kalashnikov puntato sul vetro che avevamo nella parte posteriore, intimava anche a me di scendere. Ma noi a bordo avevamo un problema più serio. Noi avevamo un collega che era terrorizzato e aveva la pistola in mano con il dito sul grilletto. In un furgone blindato se parte un proiettile è come giocare a bocce perché il proiettile comincia a rimbalzare e non si sa dove si ferma. Il collega più anziano, che era il mio autista, guardandoci in faccia esclamò: se sapete pregare, pregate e aprendo la porta è stato il primo a scendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portavalori assaltato, la testimonianza degli attimi di terrore: "Aveva la pistola con il dito sul grilletto"
FoggiaToday è in caricamento