Festa patronale senza luna park? I giostrai al Comune di Lucera: “Ci conceda il piazzale di via Montello"

I sindacati dei Giostrai, e gli operatori stessi, hanno voluto rendere nota alla cittadinanza la loro situazione e sollecitare il Comune. Vorrebbero il lavoro nel vecchio spazio di Via Montello alla Zona Polifunzionale, poiché è l'unico luogo in grado di ospitare un luna park così grande

Monta la protesta degli operatori dello spettacolo viaggiante che, come ogni anno dal 13 al 16 agosto, allestiscono le loro attrazioni presso la Zona Polifunzionale di Via Montello, in occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Maria, San Rocco e San Francesco.

Parliamo del Luna Park che viene allestito temporaneamente – per una settimana circa – a Lucera. “Nel periodo di Ferragosto, da oltre 100 anni, le giostre sono sempre state a Lucera, ma quest'anno il timore è che il comune non conceda il piazzale di Via Montello, che dopo essere stato completato da oltre due anni, non viene concesso ai giostrai”. 

Una circostanza che ha fatto scendere sul piede di guerra gli operatori del settore. Tante sono le città che hanno un loro parco divertimenti durante i festeggiamenti patronali, sia in Italia che all'estero. Basti pensare a San Severo, Manfredonia, Foggia, Cerignola, Barletta, Andria ecc. I sindacati dei Giostrai, e gli operatori stessi, hanno voluto rendere nota alla cittadinanza la loro situazione e sollecitare il Comune. Vorrebbero il lavoro nel vecchio spazio di Via Montello alla Zona Polifunzionale, poiché è l'unico luogo in grado di ospitare un luna park così grande. Nel caso di apertura di una trattativa, acconsentirebbero anche ad una soluzione diversa, ma appaiono scettici "se non ci danno il vecchio spazio figuriamoci se ci danno qualcosa di nuovo”.

Oltre cinquanta famiglie di giostrai chiedono risposte chiare al Comune, per scongiurare il pericolo che quest’anno la festa patronale si svolga senza la presenza del luna park: “Il comune non è ancora riuscito a trovare una sistemazione alternativa e così il luna park quest'anno rischia di non arrivare in città. Reclamiamo il nostro diritto al lavoro e la prosecuzione di un’antica tradizione, da sempre fonte di divertimento di adulti e bambini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento