Torna in carcere Cupo, soggetto vicino ai Sinesi: arrestato nel blitz Saturno dovrà scontare una pena per vari reati

Luciano Cupo torna in carcere. Deve scontare 2 anni, 8 mesi e 17 giorni di reclusione per estorsione, rapina e traffico e detenzione di sostanze stupefacenti commessi a Foggia nel 2015

Luciano Cupo

Gli agenti di polizia della Sezione Criminalità Organizzata della Questura di Foggia hanno eseguito un provvedimento di pene concorrenti che dispone la traduzione in carcere, emesso dalla Procura Generale della Repubblica della Corte d’Appello di Bari, nei confronti di Luciano Cupo, classe 1971 già sottoposto agli arresti domiciliari.

Il provvedimento è scaturito da un cumulo di pene derivanti da sentenze di condanna per reati di estorsione, rapina e traffico e detenzione di sostanze stupefacenti commessi a Foggia nel 2015.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Cupo soggetto contiguo al clan Sinesi era già stato tratto in arresto nell’operazione “Saturno” (e condananto) eseguita dagli Agenti della Squadra Mobile di Foggia nel 2016. Dopo le formalità di rito è stato condotto presso la casa circondariale di Foggia per scontare una pena residua di anni 2 e 8 mesi e 17 giorni di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

  • Covid19, la Puglia si prepara all'ondata di ottobre: "Ospedali potenziati, regole severissime: sarà una campagna militare"

  • Lucera incredula per la morte di don Alessandro. "Abbiamo perso un amico e un parroco eccezionale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento