Cronaca Via Salice Vecchio

Omicidio Buono: sparò e uccise 43enne, ex suocera condannata a 18 anni

L'omicidio di via Salice Vecchio risale al 22 giugno del 2012. Vittima si chiamava Giovanni Battista Buono

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale dauno, Rita Curci, ha emesso sentenza di condanna a 18 anni di reclusione nei confronti di Lucia La Lumera, la 53enne accusata di aver ucciso con alcuni colpi di pistola calibro 7.65, l’ex genero Giovanni Battista Buono.

L’episodio risale al 22 giugno 2012. Secondo quanto è emerso dalle indagini, il 43enne sarebbe stato ucciso al termine di un litigio con l’imputata nei pressi dell’abitazione dei suoceri, al Salice, dove come di consuetudine si era recato per andare a prendere il figlio.

Quando l'uomo ha suonato il campanello della villetta, la donna si è avvicinata al cancello e ha estratto dalla borsa una pistola facendo fuoco contro l'ex genero. Secondo quanto emerso dalle indagini, avrebbe continuato a sparare anche quando la vittima giaceva a terra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Buono: sparò e uccise 43enne, ex suocera condannata a 18 anni

FoggiaToday è in caricamento