Lucera, no ai botti di Capodanno: arriva l’ordinanza del sindaco. Sanzioni fino a 500 euro

Il divieto sarà ufficiale dal 29 dicembre 2019 sino al 1 gennaio 2020. Per chi non rispetta il divieto sono previste multe che vanno dai 50 ai 500 euro

Come ogni anno, di questi tempi, arriva puntuale la comunicazione da parte del sindaco di Lucera, Antonio Tutolo, che dispone il divieto dello scoppio di petardi, botti e fuochi d’artificio di vario genere prima e dopo la sera di San Silvestro. Firmando l'ordinanza  n°163/2019, Tutolo ha disposto l’assoluta inibizione all’uso di qualsivoglia materiale esplodente su tutto il territorio comunale. Una pratica, quella di festeggiare con giochi pirotecnici  di botti che, soprattutto in questo periodo, non è limitata alla sola notte di Capodanno, ma utilizzata sia prima che dopo e che sempre più spesso è causa di incidenti. 

Nell’ordinanza è previsto anche il divieto di vendita dei fuochi artificiali “professionali”, destinati ad essere maneggiati da specialisti. Vietati anche i botti singoli, i cosiddetti “petardi“. Recita l'ordinanza: "Considerato che durante il periodo festivo, ed in particolar modo in occasione del Capodanno, è consuetudine effettuare l’accensione ed il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti ecc.., e che tale condotta può incidere sensibilmente sulla sicurezza dei cittadini per il loro utilizzo spesso incontrollato, anche da minorenni; rilevato che gli articoli pirotecnici contengono sostanze esplosive o simili che, oltre a creare pericolo per la cittadinanza e comportamenti imprevedibili negli animali, notoriamente sensibili a forti rumori, provoca anche inquinamento atmosferico, nonché inquinamento ambientale per quanto attiene agli altri componenti medesimi; ricordato a tutti gli esercenti il divieto di vendita di articoli pirotecnici al di fuori della normativa CE, nonché espressamente il divieto di vendita ai minorenni; precisato che tali divieti  non vanno a minare il divertimento, ma quei “festeggiamenti” che vanno a interferire pesantemente sulla libertà e vita altrui, ordina l’assoluta inibizione all’uso di qualsivoglia materiale esplodente su tutto il territorio comunale per il periodo di Capodanno 2020 nei giorni 29, 30, 31 dicembre 2019 e 01 gennaio 2020, fatta eccezione per i materiali pirotecnici consentiti che per loro natura e funzione, non siano concepiti per causare esplosione e rumori molesti e che siano limitati alla produzione di effetti luminosi. Le violazioni al suddetto divieto saranno punite ai sensi dell’art. 7bis del D.Lgs. n. 267/2000, con sanzione amministrativa pecuniaria da euro 50,00 (cinquanta,00) a euro 500,00 (cinquecento,00)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento