menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Viola la normativa antimafia, sorvegliato speciale non sfugge alla Gdf: sequestrati beni per 110mila euro a Lucera

L'attività della guardia di finanza è stata condotta a carico di un uomo del posto, classe 1973, pregiudicato per delitti contro il patrimonio, spaccio di sostanze stupefacenti ed in materia di armi

Sequestrati beni per un valore di 110mila euro a carico di un sorvegliato speciale. Accade a Lucera, dove gli uomini della guardia di finanza hanno approfondito la posizione economica e patrimoniale di un uomo del posto, classe 1973, pregiudicato per delitti contro il patrimonio, spaccio di sostanze stupefacenti ed in materia di armi.

L’attività rientra nel quadro della sistematica aggressione degli interessi patrimoniali dei sodalizi criminali condotta dalla guardia di finanza attraverso strumenti di indagine finalizzati al sequestro ed alla confisca dei beni provenienti da attività delittuose. 

Trattandosi di soggetto sottoposto in via definitiva alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale, lo stesso era obbligato, in base al codice delle leggi antimafia, a comunicare al nucleo di polizia economico finanziaria delle fiamme gialle tutte le variazioni, nell'entità e nella composizione del proprio patrimonio, superiori ad € 10.329,14.

Le indagini dei finanzieri hanno, invece, fatto emergere che il sorvegliato speciale, pur avendo concluso operazioni economiche per un importo complessivo di circa 110mila euro, non aveva effettuato alcuna comunicazione, così violando la normativa antimafia.

I militari del nucleo di polizia economico finanziaria hanno quindi avanzato alla procura di Foggia una proposta di sequestro dei beni oggetto delle variazioni patrimoniali non segnalate, che il tribunale di Foggia, disponendo il sequestro preventivo per equivalente di somme di denaro ed altri beni, nella disponibilità del proposto, fino alla concorrenza dell'importo di circa € 110.000.

La misura ablativa è stata eseguita nei giorni scorsi dalle fiamme gialle, che hanno sequestrato al pregiudicato di Lucera un conto corrente bancario e 13 tra autovetture e motocicli. L’attività di servizio si inquadra nel costante impegno profuso dalla guardia di finanza nel sottrarre alla criminalità organizzata i patrimoni illecitamente accumulati, nella consapevolezza che solo privando le compagini criminali delle risorse finanziarie di cui dispongono è possibile reprimere ogni loro tentativo di infiltrazione e mimetizzazione nell’economia legale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento