menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si contendono piazzola di sosta sulla Statale: prostituta ferisce 'rivale' con un coltello

Lungo la Statale 673 si sono affrontate due prostitute rumene di 20 e 33 anni: la più giovane delle due ha avuto la peggio. E' stata ferita con un coltello ad una mano: guarirà in una settimana

Insulti e minacce, poi spunta un coltello. Solo l'arrivo della polizia ha portato ordine nel litigio che ieri sera ha visto protagoniste due donne, alla periferia di Foggia. Motivo del contrasto, la priorità su una piazzola di sosta lungo la circonvallazione di Foggia, area contesa tra due giovani prostitute.

Secondo quanto accertato dalla polizia, le due donne si sono vicendevolmente insultate e minacciate ("Io taglio e ti faccio a pezzi”, avrebbe proferito una delle due protagoniste peraltro armata di coltello), per poi passare alle vie di fatto. Solo il tempestivo intervento della polizia, allertata da un passante, ha evitato conseguenze ben più gravi.

Giunti sul posto gli agenti hanno diviso le due donne - entrambe di nazionalità rumena, di 33 e 20 anni -  una delle quali mostrava una profonda ferita da arma da taglio ad una mano. La vittima ha denunciato alla polizia di essere stata aggredita dalla collega con la quale divide il tratto di asfalto lungo la SS 673. Quest'ultima, l'avrebbe minacciata e aggredita perchè si sarebbe permessa di passarle davanti, occupando la sua postazione.

La donna è stata quindi fermata dalla polizia e denunciata a piede libero per lesioni aggravate. Si tratta della 33enne e, al momento del controllo, si era già disfatta dell'arma. La vittima dell'aggressione, invece, è stata accompagnata al pronto soccorso di Foggia, dove i sanitari le hanno medicato la ferita: guarirà in una settinama circa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento