rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024

L'omaggio del 'Marconi' a Nadia Nencioni, una delle più piccole vittime della mafia

Scoperta targa dedicata alla bambina tra le vittime della strage di via dei Georgofili (per la quale è imputato anche Matteo Messina Denaro)

Il ricordo di una giovane vita spezzata dalla brutalità della mafia, per un rinnovato impegno a lottare e costruire una società migliore. Questo il messaggio della breve ma sentita manifestazione che si è tenuta questa mattina presso il liceo Marconi di Foggia in occasione della Giornata nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. È dedicata alla memoria di Nadia Nencioni, morta a soli 9 anni nella strage di via dei Georgofili (per la quale è imputato Matteo Messina Denaro), la targa scoperta questa mattina dal Procuratore della Repubblica di Foggia, dott. Ludovico Vaccaro, alla presenza della dirigente scolastica prof.ssa Piera Fattibene e di una delegazione di studenti, tra i quali alcuni dei ragazzi del progetto Uomo-Mondo.

“La mafia si combatte insieme. - ha affermato il Procuratore Vaccaro - Questo territorio si è impoverito per colpa della criminalità che toglie a voi spazi di diritti”, ha aggiunto rivolgendosi agli studenti. “La rivoluzione la fanno i ragazzi; voi siete il vaccino contro la criminalità. Questo è il giorno del ricordo - ha affermato - ma il ricordo deve essere una spinta all’impegno”. E ricordando che la rinascita di Palermo è stata possibile grazie alla ribellione dei ragazzi, ha detto: “Nessuna avversità ci deve fermare. Dobbiamo riconquistare questo territorio. E voi, giovani, non dovete andar via. Se i vostri sogni sono qui, avete il diritto di rimanere qui, di vivere qui”. La targa riporta i versi della poesia “Il tramonto” che la piccola Nadia scrisse pochi giorni prima della strage, ed è collocata dinanzi all’Albero della Legalità, che fu piantumato, nel cortile antistante la scuola, il 26 maggio 2018 nel 25° anniversario della strage di via dei Georgofili, su iniziativa dei rappresentanti degli studenti e del Progetto Uomo-Mondo.

Al termine della cerimonia di scoprimento della targa, studenti e docenti accompagnatori si sono recati in bicicletta in viale Primo Maggio, nei pressi del Tribunale, per la manifestazione #scuoledifoggiainbici, organizzata in collaborazione con Cicloamici Foggia-Fiab. Davanti al monumento dedicato a Falcone e Borsellino, sono stati letti i nomi delle vittime pugliesi delle mafie.

Video popolari

L'omaggio del 'Marconi' a Nadia Nencioni, una delle più piccole vittime della mafia

FoggiaToday è in caricamento