Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Foggia in piazza contro la violenza mafiosa. Appello alla città: "Il male è anche di chi assiste senza far nulla"

Il 10 gennaio alle 16 Libera Foggia, mobilitazione contro le bombe, gli incendi e le mafie. L'appello di don Luigi Ciotti: "Tutti uniti"

Si chiama 'Libera Foggia' la mobilitazione promossa da Libera per venerdì 10 gennaio alle ore 16 per rispondere alla violenza criminale. 

Un invito alla partecipazione di tutti, dalla cittadinanza, alle associazioni, alle forze sindacali, agli studenti, agli amministratori, al mondo della chiesa. "Nessuno si senta escluso" l'appello degli organizzatori.  Sarà presente Luigi Ciotti, presidente di Libera.

“Davanti a questa violenza mafiosa, una cosa è certa bisogna schierarsi - è l'appello di Luigi Ciotti - per non lasciare sole le vittime di questa violenza, per non lasciare soli i rappresentati dello Stato, le forze dell'ordine, la magistratura impegnati quotidianamente in operazioni importanti ed efficaci. Per non lasciare soli i cittadini. Bisogna schierarsi come cittadinanza responsabile e valorizzare il lavoro di resistenza delle tante realtà di quel territorio che provano a costruire percorsi di bellezza e di cambiamento. Bisogna schierarsi per chiamare il male per nome e non girarsi dall'altra parte, perché il male non è solo di chi lo commette ma anche di chi assiste senza fare nulla per contrastarlo. Tutti insieme a Foggia – conclude Luigi Ciotti – perché serve coraggio di avere più coraggio da parte di tutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia in piazza contro la violenza mafiosa. Appello alla città: "Il male è anche di chi assiste senza far nulla"

FoggiaToday è in caricamento