Cronaca

Animali abbandonati e dimenticati. Melfitani: “Caro sindaco, la situazione è degenerata”

La responsabile delle guardie ecozoofile Endas e di ‘Guerrieri con la Coda’ al sindaco Landella: “Foggia non è solo palazzi, buche, spazzatura e delinquenza. Ci sono anche gli amici fedeli dell'uomo”

“Ci sono anche gli amici fedeli dell’uomo”. Così Anna Rita Melfitani, responsabile provinciale delle guardia ecozoofile Endas di Foggia e presidente dell’associazione ‘Guerrieri con la Coda’, al sindaco Landella. Ecco il testo integrale della lettera

“Carissimo sindaco in più di un'occasione si è definito "il sindaco di tutti...anche di chi non l'ha votato!". Purtroppo gli animali non possono esprimere il loro parere politico e non possono nemmeno parlare; ma le posso assicurare che con gli occhi riescono a dir molto.

Sa cosa ci dicono ogni giorno quegli occhi di poveri animali abbandonati per strada? ‘Aiutateci’. E noi da parte nostra ce la mettiamo tutta, ma da parte di chi è al potere questa voglia non si sente. Siamo indietro milioni di anni luce per quanto riguarda le leggi sul randagismo. Associazioni oramai sul lastrico e un canile comunale che poco scoppierà per quanti cani ci sono all'interno.

Mi dice lei come bisogna comportarsi quando i cittadini trovano i cuccioli e dall'altro capo del telefono si sentono dire che il canile è pieno? Mi dice a cosa serve sensibilizzare i cittadini a non girar la testa dall'altro lato se trovano un animale in difficoltà, se poi gli enti predisposti non fanno il loro dovere?

Carissimo signor Franco Landella, la situazione oramai è degenerata. Penso che quando una persona decide di candidarsi a sindaco sa che troverà i pro e i contro, in questo caso e in questa città è tutto contro gli animali. Foggia non è solo palazzi, buche, spazzatura e delinquenza. Ci sono anche gli amici fedeli dell'uomo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Animali abbandonati e dimenticati. Melfitani: “Caro sindaco, la situazione è degenerata”

FoggiaToday è in caricamento