Omicidio Di Pardo: arrestato 23enne, noto come “Nino Taccone”

Leonardo De Angelis è accusato di aver assassinato a San Nicandro Garganico Massimiliano Di Pardo. La vittima gli avrebbe vietato l'ingresso nella sua palestra. Pochi giorni prima un diverbio fra i due

Carabinieri di San Nicandro

Probabile svolta nell’omicidio di Massimiliano Di Pardo, l’uomo ucciso da tre colpi d’arma da fuoco lo scorso 18 ottobre a San Nicandro Garganico in via Castiglia.

Nino Taccone, al secolo Leonardo De Angelis, è stato fermato con l’accusa di aver ucciso Massimiliano Di Pardo. Poco prima dell’omicidio, secondo gli inquirenti e anche in base alla testimonianza del figlio 17enne della vittima, il 23enne e Di Pardo avrebbero avuto un violento diverbio sulla decisione di quest’ultimo di vietare al presunto omicida l’ingresso nella palestra di sua proprietà.

Ma a convincere gli inquirenti della presunta colpevolezza del ragazzo ci sarebbero gli alibi poco convincenti. De Angeli agli inquirenti avrebbe raccontato che in quel momento stava dormendo. Inoltre, nel corso dello stub, il 23enne ha anticipato ai carabinieri che avrebbero sicuramente trovato della polvere da sparo perché poco prima aveva giocato con dei mortaretti.

Nel corso di una perquisizione domiciliare effettuata presso l’abitazione del presunto omicida, i carabinieri hanno trovato delle munizioni giudicate compatibili con quelle utilizzate per uccidere il 37enne. Inoltre in località Boschetto, alcuni giorni dopo il fatto di sangue, lo scooter di Taccone era stato ritrovato carbonizzato, dato alle fiamme probabilmente per cancellare le tracce che avrebbero potuto incastrarlo.

Le indagini "potevamo concluderle in tre giorni se qualcuno avesse collaborato con noi", ha sottolineato il comandante provinciale dell'Arma, col. Antonio Diomeda, nel corso della conferenza stampa. Quando si è accorto della presenza dei carabinieri, De Angelis ha tentato di sfuggire alla cattura, nascondendosi nel macello comunale, dove é stato trovato e ammanettato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento