Cronaca Ordona

Lavoravano ‘in nero’ in un immobile sottoposto a sequestro: due persone denunciate

Si tratta dell’amministratore unico della cooperativa e del vicesindaco “pro tempore” del comune di Ordona, denunciato per violazione degli obblighi di custodia

A Orta Nova, i carabinieri foggiani, in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro e dei N.A.S., nell’ambito di attività di contrasto al lavoro nero nel settore agricolo, hanno proceduto al controllo di un capannone industriale già sottoposto a sequestro poiché oggetto di fallimento, accertando che all’interno era impiegato personale di una società cooperativa che svolge lavorazione di prodotti agricoli.

Al termine delle verifiche sono stati denunciati all’autorità giudiziaria l’amministratore unico della cooperativa, per l’impiego di 16 lavoratori in nero ed irregolarmente assunti e il custode giudiziario dell’immobile sequestrato (vicesindaco ‘pro tempore’ del Comune di Ordona) nominato dal Tribunale di Foggia, per violazione degli obblighi di custodia.

L’attività imprenditoriale è stata sospesa ed è stata elevata un maxi sanzione per lavoro nero pari a quasi 30mila e 600 euro. Sono stati sequestrati anche 740 kg di prodotti vegetali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoravano ‘in nero’ in un immobile sottoposto a sequestro: due persone denunciate

FoggiaToday è in caricamento