menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Blitz degli ispettori del lavoro nei cantieri edili sul Gargano: scattano multe, attività sospese

Sei le aziende risultate irregolari, adottati due provvedimenti di sospensione di attività, comminate sanzioni amministrative per 14mila euro e penali per 51mila euro per violazioni in materia di sicurezza

Nel corso dell’attività ispettiva programmata per l’anno 2019 dall’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia, finalizzata a contrastare il fenomeno del lavoro nero e al controllo dell’osservanza delle disposizioni di legge in materia di lavoro e legislazione sociale, gli ispettori del lavoro hanno effettuato due accessi ispettivi in due differenti cantieri edili del Gargano.

Da tali controlli sono emerse sei aziende irregolari e sono state riscontrate violazioni che hanno riguardato l’occupazione in nero di tre lavoratori. Sono stati adottati due provvedimenti di sospensione dell’attività imprenditoriale, in quanto è stato accertato l’impiego di personale non risultante dalle scritture obbligatorie in misura pari o superiore al 20 per cento del totale dei lavoratori regolarmente occupati; provvedimenti successivamente revocati su istanza delle ditte, previo pagamento delle relative sanzioni e regolarizzazione dei rapporti di lavoro.

Verranno comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 14.800,00 e sanzioni penali per un ammontare di € 51.045,92 relativamente a 10 violazioni accertate in materia di sicurezza. Continua incessante l’attività di indagine e di accertamento che l’Ispettorato Territoriale del Lavoro Foggia ha saputo tradurre in considerevoli risultati, garantendo una efficace presenza sul territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento