Cronaca

Tragedia sfiorata alle porte di Foggia: 13enni lanciano sassi dal cavalcavia, colpita auto con a bordo una famiglia

E' accaduto intorno alle 16 di ieri, lungo il cavalcavia della Statale 655, in agro di Foggia. Conducente miracolosamente illeso scende dall'auto e acciuffa i responsabili: sono due 13enni che, solo per un caso fortuito, non hanno causato una tragedia

Immagine di repertorio

Lancio di sassi dal cavalcavia della Statale 655, masso colpisce auto in transito con una intera famiglia a bordo. Conducente illeso acciuffa i responsabili: sono due 13enni che, solo per un caso fortuito, non hanno causato una tragedia.

Nella giornata di ieri gli agenti della polizia stradale del distaccamento di San Severo, sono stati allertati perchè intorno alle 16 due ragazzini, entrambi tredicenni, si erano resi responsabili del lancio di sassi scagliati da un cavalcavia. Il fatto è successo all'altezza del km 4+100, in agro di Foggia. 

Sul posto, sono state recuperate 7-8 pietre di media grandezza, che avevano colpito un veicolo in transito, danneggiandolo fortunatamente solo nella parte cofano motore; illeso, per pura fortuna, il nucleo familiare che viaggiava a bordo del veicolo.

Il conducente è riuscito a fermare i due ragazzi che erano ancora intenti al lancio di pietre rincorrendoli nel terreno arato adiacente.

Avvertita la sala operativa della polstrada, sul posto si sono precipitate una pattuglia del distaccamento di San Severo ed una 'Volante' della questura di Foggia.

Sul luogo anche un testimone dell’accaduto che volontariamente ha accompagnato in questura il conducente del veicolo danneggiato per sporgere denuncia.

Del fatto è stato informato il pm di turno del Tribunale dei Minori ed i genitori dei due tredicenni che hanno raggiunto gli uffici della Sezione Polizia Stradale di Foggia per il conseguente affidamento dei figli minori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia sfiorata alle porte di Foggia: 13enni lanciano sassi dal cavalcavia, colpita auto con a bordo una famiglia

FoggiaToday è in caricamento