rotate-mobile

Foggia "emergenza nazionale" per la criminalità. Il capo della polizia assicura: "Al lavoro per garantire sicurezza e libertà"

Lamberto Giannini, oggi a Foggia per inaugurare la stele dedicata ai Caduti della Polizia di Stato e la nuova ‘sala crisi’ multimediale, destinata alla gestione di situazioni emergenziali. Sulla necessità di potenziare gli organici assicura: "Territori come questo saranno presi in debita considerazione”

“A Foggia ci sono gravi problematiche. Le stiamo affrontando non in maniera emergenziale ma strutturale, con un lavoro attento e quotidiano, e con il continuo invio di forze dell’ordine e l'attenzione ai presidi territoriali, formati da elementi di prim’ordine, investigatori e questori che veramente fanno onore alla polizia di stato”.

Così il capo della polizia, Lamberto Giannini, oggi a Foggia per inaugurare la stele dedicata ai Caduti della Polizia di Stato, il piazzale antistante l’edificio della questura e la nuova ‘sala crisi’ multimediale, destinata alla gestione di situazioni emergenziali e di rilievo, intitolata alla memoria dei caduti Nicola Fumarulo ed Antonio Gentile (qui la cerimonia).

L’attenzione della polizia sul territorio - definito nell’ultima relazione della Dia al Parlamento “emergenza nazionale” - è massima, assicura ai microfoni il capo della polizia e direttore generale della pubblica sicurezza. 

“La polizia di Stato sta facendo molto e continuerà a farlo. Certi provvedimenti (come lo sciglimento del Comune di Foggia per mafia, ndr) non arrivano per caso, ma sono il frutto di attente indagini e attività. Quello che posso assicurare è che la polizia continuerà, insieme alle altre forze, in quest'opera di contrasto, sempre al fianco dei cittadini onesti, al fine di garantire loro la sicurezza, e quindi la libertà. Che significa libertà di impresa, quindi slancio e ripresa economica, e migliore qualità di vita, ovvero "la possibilità di di vivere tranquilli e sentirsi al sicuro quando si è per strada". 

Sulla necessità di potenziare gli organici presenti sul territorio, come più volte sollecitato dai sindacati di categoria, annuncia: “Sono stati fatti grandi passi in avanti e così continueremo. Le nostre scuole di polizia, dopo il Covid, hanno ripreso le attività a pieno regime, e certamente territori come questo saranno presi in debita considerazione” | IL VIDEO

Sullo stesso argomento

Video popolari

Foggia "emergenza nazionale" per la criminalità. Il capo della polizia assicura: "Al lavoro per garantire sicurezza e libertà"

FoggiaToday è in caricamento