rotate-mobile
Cronaca Lucera

Tutolo cade nella trappola de 'La Zanzara': imitatore di Feltri gli telefona, scattano gli insulti: "Vai a fare in c..o"

Altro scherzo del duo Cruciani-Parenzo. Vittima, il sindaco di Lucera che, ignaro dello scherzo, risponde per le rime alle provocazioni dell'imitatore

Dopo Franco Landella lo scorso anno, un altro sindaco della provincia di Foggia cade nella trappola delle 'zanzare' Cruciani e Parenzo: è il sindaco di Lucera Antonio Tutolo, che nella puntata della trasmissione radiofonica in onda ieri su Radio 24, ha ricevuto una telefonata da Vittorio Feltri.

Ma il primo cittadino non si è accorto che il suo interlocutore fosse in realtà proprio Parenzo, che imitava il direttore di 'Libero'. La breve telefonata si accende subito per scatenarsi in un violento scambio di insulti: al provocatorio "Al Sud non si lavora e non si fa un ca..., domani lo scrivero su 'Libero'", del finto Feltri, arriva pronta la risposta di Tutolo che senza troppi giri di parole lo manda a quel paese e rincara: "Se fosse qui davanti a me la prenderei anche a calci in c..o", prima di chiudere la chiamata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutolo cade nella trappola de 'La Zanzara': imitatore di Feltri gli telefona, scattano gli insulti: "Vai a fare in c..o"

FoggiaToday è in caricamento