rotate-mobile
Cronaca

Agente investito, 16enne e 17enne in Questura con i genitori: ricostruito il grave episodio e ritrovato lo scooter

I due, individuati dopo serrate indagini, sono stati accompagnati in ufficio insieme ai genitori e all'avvocato difensore del conducente per ricostruire la vicenda. Denunciato alla Procura dei minori il giovane alla guida del mezzo

Erano due giovanissimi, rispettivamente di 17 e 16 anni, i due a bordo dello scooter che lo scorso giovedì 13 giugno hanno forzato un posto di blocco interforze in via Capitanata, travolgendo un agente della Polizia Locale, per poi darsi alla fuga. 

I due sono stati individuati grazie ad una serrata attività info-investigativa, portata a termine dagli agenti della Squadra Mobile, grazie anche alle informazioni acquisite dalle altre Forze di Polizia concorrenti nei servizi di controllo del territorio interforze. Denunciato a piede libero alla Procura dei Minori di Bari per i reati di omissione di soccorso, resistenza e lesioni personali lo 'scooterista pirata', un giovane di 17 anni.

Accompagnati in ufficio insieme ai genitori e all'avvocato difensore del conducente, entrambi hanno ricostruito la vicenda, fornendo ulteriori elementi a supporto di quelli raccolti dagli investigatori. Recuperato anche il motorino, intestato a soggetto terzo ed estraneo alla vicenda, con il quale si è realizzato l’incidente.

Giovedì in Prefettura è previsto un vertice del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, proprio in merito al grave episodio che ha provocato il ferimento del vicesovrintendente Pierluigi Rizzi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agente investito, 16enne e 17enne in Questura con i genitori: ricostruito il grave episodio e ritrovato lo scooter

FoggiaToday è in caricamento