Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Avaria al motore e vele danneggiate, diportista si tuffa in mare e non torna più: il salvataggio a largo di Manfredonia

E' successo lo scorso sabato pomeriggio. Nel weekend, la Capitaneria di Porto ha allestito un presidio temporaneo al porto di Mattinata per effettuare una serie di controlli a bordo di tutte le unità da diporto presenti, con particolare riguardo agli acquascooter e per un totale di 20 mezzi nautici

L'intervento in mare

Avaria al motore e vele danneggiate, diportista si tuffa in mare e non torna più. E' accaduto lo scorso sabato pomeriggio, a largo di Manfredonia. L'intervento di salvataggio è stato messo a segno dalla Guardia Costiera e rientra nell'ambito delle attività previste per il weeked.

In particolare, nel pomeriggio dello scorso sabato, è giunta la richiesta di soccorso in mare nelle acque del Circondario di Manfredonia. L’allarme era giunto da parte di un’unità a vela con avaria al motore e vele danneggiate. Il segnalante riferiva altresì che l’unico membro dell’equipaggio abilitato alla conduzione dell’unità si era tuffato in mare e non era più tornato a bordo. Si è disposto quindi l’immediato invio in zona della M/v CP 263 e di una pattuglia via terra.

Giunta in zona, la M/v Cp 263 ha riportato a bordo della barca a vela il conduttore abilitato (il quale era stato recuperato da un diportista in transito dopo pochi attimi dalla caduta in mare) ed ha accertato il ripristino delle avarie nonché le buone condizioni di salute dei presenti. L’unità soccorsa è stata quindi scortata fino agli ormeggi all’interno del Porto Commerciale di Manfredonia.

Nel corso del fine settimana, con lo scopo di incrementare ulteriormente la sicurezza dei bagnanti e dei diportisti, nelle giornate di sabato e domenica, la Capitaneria di Porto di Manfredonia ha allestito un presidio temporaneo presso il Porto di Mattinata. Dalla prima mattinata fino al tardo pomeriggio, i militari della Guardia Costiera hanno effettuato una serie di controlli a bordo di tutte le unità da diporto presenti, con particolare riguardo agli acquascooter e per un totale di 20 mezzi nautici, verificando la regolarità della documentazione e delle dotazioni necessarie per condurre la navigazione in sicurezza.

Agli stessi diportisti, sono stati illustrati i principali obblighi e prescrizioni in base alla tipologia di unità utilizzata ed in base all’attività da svolgere. In aggiunta, diversi bagnanti provenienti dalle limitrofe spiagge, approfittando della presenza dei militari, hanno rivolto loro domande sulle ordinanze balneari e sui corretti usi del demanio marittimo, ringraziando per la costante presenza sul territorio e per le informazioni fornite. Nella giornata di sabato, tale attività è stata svolta congiuntamente ad un’aliquota di militari della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Manfredonia.

Lo specchio acqueo prospiciente, comprendente le località di Vignanotica, Mergoli, Zagare e Mattinatella, è stato monitorato dai mezzi della Guardia Costiera, da un’unità navale della GdF e dalla motovedetta CC817 e, grazie anche all’attività informativa svolta, non sono pervenute in sala operativa segnalazioni afferenti condotte pericolose poste in essere da imbarcazioni da diporto/acquascooter.

Infine, presso il Porto di Mattinata e di Manfredonia, è stata effettuata una costante attività di monitoraggio sulla viabilità, elevando in totale sei verbali amministrativi a proprietari di autoveicoli parcheggiati in zona non consentita e/o sprovvisti del previsto permesso di accesso. L’attività di informazione preventiva e monitoraggio della costa e del litorale costiero continuerà per tutta la stagione balneare, anche con la preziosa collaborazione delle altre Forze di Polizia, nel rispetto delle relative competenze, al fine di assicurare una corretta fruizione del demanio marittimo ed una navigazione e balneazione svolta all’insegna della sicurezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avaria al motore e vele danneggiate, diportista si tuffa in mare e non torna più: il salvataggio a largo di Manfredonia

FoggiaToday è in caricamento