Morte Desireé, Yusif Salia si è avvalso della facoltà di non rispondere: rigettata istanza di scarcerazione

Questa mattina nel carcere di Foggia si è tenuto l'interrogatorio di garanzia di Yusif Salia, arrestato in una baraccopoli della pista del Cara di Borgo Mezzanone in merito alla morte di Desireé Mariottini

Yusif e il carcere di Foggia

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Yusif Salia detto 'Youssef', il 32enne ghanese arrestato a Foggia per violenza sessuale di gruppo, cessione di sostanze stupefacenti ed omicidio pluriaggravato di Desireé Mariottini, la 16enne morta il 18 ottobre all'interno di uno stabile fatiscente e abbandonato di via Lucani 22 nel quartiere San Lorenzo a Roma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessuna dichiarazione da parte dell'uomo questa mattina in carcere durante l'interrogatorio di garanzia. L'avvocato di fiducia aveva presentato un'istanza difensiva di scarcerazione, che il GIP Dello Iacovo ha però rigettato inviando gli atti a Roma.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente sulla Statale 16: tir si ribalta a pochi chilometri da Foggia, un morto e un ferito

  • Coronavirus, piccola impennata di contagi nel Foggiano: 10 nuovi casi. Calano i positivi in Puglia

  • Si torna a ballare in Puglia: verso la riapertura di club e discoteche all'aperto

  • Covid: nove dei 10 contagi sono del focolaio di Torremaggiore. Tre ricoverati e 83 persone in quarantena

  • Il gruppo Amadori vende azienda del Foggiano per 30 milioni. I nuovi proprietari sono le 'Fattorie Garofalo' di Capua

  • Locale sovraffollato, multa e 5 giorni di chiusura dopo 70 giorni di stop forzato. Titolari si scusano: "Situazione ingestibile"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento