rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Bovino

"Restituirò tutto". Dirigente 'infedele' confessa e si pente: in tre anni ha sottratto 1,2 milioni di euro dalle casse comunali di Bovino

L'uomo, 54enne del posto, è accusato di peculato e autoriciclaggio. Al termine dell'interrogatorio di garanzia, il Gip Bencivenga ha concesso all'ex funzionario il regime degli arresti domiciliari

Ha ammesso le proprie colpe e ha dichiarato di voler restituire il maltolto. Così, davanti al gip del tribunale di Foggia, l'ex dirigente comunale di Bovino, Marco Russo, arrestato pochi giorni fa, dalla guardia di finanza di Foggia, con l'accusa di peculato e autoriciclaggio.

L'uomo, 54enne del posto, è accusato di aver sottratto oltre 1 milione  e 200 mila euro dalle casse comunali. Il tutto in poco più di 36 mesi. Il denaro sottratto, è stato ricostruito, era stato investito in attività economiche, come un B&B, in criptovalute o nell'acquisto di beni mobili e immobili.

Le indagini delle fiamme gialle hanno ricostruito le centinaia le operazioni poste in essere dall’indagato che avrebbe sistematicamente ‘arrotondato’ il suo stipendio (di poco inferiore ai 2mila euro) con ingenti entrate ‘extra’, non spettanti, a titolo di emolumenti, arrivando, in un’occasione, a riconoscersi in un solo mese indennità accessorie per straordinari per 41mila euro. 

Di altre somme si sarebbe appropriato attraverso l’incasso di assegni tratti sui conti del Comune a suo beneficio o attraverso mandati di pagamento/bonifici dalle casse comunali su conti correnti intestati al funzionario. Dopo aver ammesso le proprie responsabilità, l'ex dirigente ha ammesso di voler restituire all'ente danneggiato l'intera somma sottratta. Al termine dell'interrogatorio di garanzia, il Gip Bencivenga ha concesso all'ex funzionario il regime degli arresti domiciliari.

Arrestato dirigente comunale nel Foggiano: immobili, criptovalute e anche una barca acquistati con i soldi del Comune. Circa 1,2 milioni 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Restituirò tutto". Dirigente 'infedele' confessa e si pente: in tre anni ha sottratto 1,2 milioni di euro dalle casse comunali di Bovino

FoggiaToday è in caricamento